BLOG

Dettaglio articolo

Come si ottiene l’abilitazione per diventare estetista

La professione di estetista è stata disciplinata con un’apposita legge promulgata nell’ormai lontano 1990 e pensata appunto per mettere ordine nel settore, specificando le mansioni dell’estetista e i requisiti richiesti per svolgere questa professione.

Al fine di evitare che si creassero situazioni poco chiare o che i trattamenti venissero eseguiti senza una preparazione adeguata, nella legge si afferma esplicitamente che per diventare estetista occorre avere una formazione tanto teorica quanto pratica.

La qualificazione di estetista si ottiene dopo aver sostenuto un esame teorico-pratico preceduto dallo svolgimento di tre itinerari formativi contraddistinti e alternativi tra loro. Potranno quindi definirsi estetisti a tutti gli effetti coloro che:

  • Hanno frequentato un corso regionale di qualificazione della durata di due anni seguito da un corso di specializzazione di un anno o da un anno di tirocinio presso un esercizio riconosciuto;
  • Hanno lavorato per almeno tre anni come dipendenti presso un’impresa di estetista o uno studio medico specializzato dopo aver frequentato un periodo di apprendistato presso un esercizio riconosciuto e seguito corsi integrativi di formazione teorica;
  • Hanno lavorato per almeno tre anni in un’impresa di estetista, frequentando nel contempo i corsi regionali di formazione teorica.

Soli o insieme, l’importante è avere in mano i documenti giusti

Una volta conseguita la qualificazione di estetista si hanno due opzioni:

  • Aprire una Partita Iva individuale
  • Aprire una Partita Iva sotto forma di società (srl, snc, sas)

In questo secondo caso, non è necessario che uno dei soci sia in possesso dell'abilitazione professionale. Infatti, è sufficiente che ci sia una DIPENDENTE in possesso dei requisiti e che i suoi documenti siano presentati al Comune in cui si intende svolgere l'attività.

Affinché venga riconosciuta la qualifica di estetista, quindi, occorre essere in possesso della Certificazione della Sezione Circoscrizionale che dimostra la regolarità del percorso formativo effettuato. Come abbiamo visto, per esercitare regolarmente la professione si hanno a disposizione tre strade alternative; nel momento in cui si decide di aprire la Partita Iva, in forma individuale o societaria, la Certificazione della Sezione Circoscrizionale servirà a dimostrare proprio le modalità tramite le quali si è arrivati ad essere estetisti professionisti.

Condividi questo aricolo